Ultimo Urlo - Inviato da: Panzerfaust - Sabato, 02 Gennaio 2010 15:56
Vi interessano le novita editoriali su Decima e RSI? Visitate http://libridecimarsi.blogspot.com/
 
Decima & dintorni
.: lo sbarco ad Anzio-Nettuno

a cura di K. Yoshikawa

l 22 ottobre 2000 il gruppo BSK ha partecipato alla rievocazione dello sbarco di Anzio-Nettuno presso il fiume Tonegawa nella Provincia di Tocighi, vicino a Tokyo. Questo evento ha mirato alla ricostruzione delle operazioni di sbarco dagli Alleati e della difesa delle forze tedesche ed italiane nel 1944.150 uomini giapponesi dei gruppi di reenactment hanno partecipato come soldati tedeschi, italiani, americani ed inglesi (70 dell'Asse e 80 degli Alleati).
Naturalmente il nostro gruppo ha "fornito" i marò del Barbarigo ed i paracadutisti della RSI.L'organizzazione ha utilizzato un banco di sabbia del fiume Tonegawa come punto di sbarco, piantato una trincea e alcuni ostacoli e punti di difesa dell'Asse armati di mitra; non mancavano due mezzi da sbarco in compensato degli Alleati.

Alle 10,30, abbiamo osservato prima di tutto un minuto di silenzio per i caduti dell'operazione di Anzio-Nettuno, subito dopo è seguito il briefing sull'evento e la disposizione in ordine di battaglia.

La regole erano le seguenti : se un soldato e' colpito dai nemici deve cadere nel luogo stesso, attaccare un pezzo rosso di stoffa al suo corpo e aspettare l'infermiere militare.
Solo se l'infermiere riesce a recuperare il caduto e portarlo sulle sue spalle fino ad una postazione amica il soldato può ritornare al fronte.
Se Però il soldato viene nuovamente colpito prima di ricevere aiuto diventa definitivamente caduto in battaglia, deve allora rimanere sdraiato in quel luogo ed attaccare un pezzo di stoffa bianco al suo corpo.

Tutti usano carabina o mitra ad aria compressa (con pallottole di plastica da 6mm, 0.2g ). Ci sono diversi tipi di armi ad aria compressa, alcuni partecipanti erano dotati di mitra tedeschi MG34 e MG42 che possono sparare 10 pallottole di plastica al secondo.

Nelle due finte battaglie in mattinata, noi soldati italiani e tedeschi, abbiamo annientato il nemico sulla spiaggia. Dopo il pranzo all'aperto nel pomeriggio i soldati dell'Asse sono sbarcati a loro volta, invertendo quindi i ruoli, e hanno combattuto contro gli Alleati sulla spiaggia. Tra le due forze ci sono stati volenti scontri ma siamo stati inchiodati e abbiamo capito la difficoltà delle operazioni di sbarco.

L'evento e' finito senza incidenti facendo le nostre foto ricordo. Siamo soddisfatti di questo riunione e attendiamo con impazienza l'evento prossimo di reenactment, con la difesa di Roma come soggetto.

 

.: alcune immagini
 
I soldati del gruppo di reenactment B.S.K. si raccolgono al campo vicino al fiume Tonegawa.
I soldati tedeschi si preparano alla finta battaglia.
Le operazioni di sbarco e l'assalto degli Alleati.
Due paracadutisti (Yoshimori e Yoshikawa) del Btg. Nembo della RSI.
I paracadutisti italiani difendono il posto di difesa armato di mitra.

 

Il marò Kaneko del Barbarigo sul fronte con il Carcano.
Dopo la finta battaglia, la soddisfazione per il risultato di noi del gruppo B.S.K..

 

 

indietro

Web site contents © Copyright Decima Mas Network 2006, All rights reserved.

 
 

MKPortal C1.2.1 ©2003-2008 mkportal.it
Pagina generata in 0.01644 secondi con 22 query